email:piic831007@istruzione.it | A+ A A- | Stile: normale / contrasto elevato
STRATEGIE METODOLOGICHE COMUNI

In questa ottica, le strategie individuate dal Collegio per rendere efficace la propria azione didattica sono orientate a:

  • Coinvolgere gli allievi (MOTIVAZIONE) - Far operare gli allievi (OPERATIVITA’)
  • Stimolare comportamenti consapevoli (METACOGNIZIONE)
  • Organizzare l’attività didattica in percorsi articolati (MODULARITA’)

Griglia delle strategie da adottare in relazione agli obiettivi trasversali:

 

OBIETTIVI E STRATEGIE:

 COMPORTAMENTI RELATIVI ALL’EDUCAZIONE ALLA CONVIVENZA CIVILE
 obiettivi  strategie  risultati attesi
 Comportamento verso le norme, gli ambienti, gli arredi… Conoscere e rispettare motivate regole di comportamento; Rispettare l’ambiente, gli arredi, i materiali propri altrui    Motivare il rispetto delle norme e dell’ambiente mediante il dialogo, la discussione, l’esempio. Stimolare l’alunno alla riflessione e alla valutazione delle conseguenze dei propri comportamenti  Conosce le norme vigenti nei diversi contesti e le rispetta. Usa il tempo scuola in modo appropriato alle diverse situazioni. Ha cura dell’ambiente scolastico, degli strumenti e degli arredi della scuola, dei materiali propri ed altrui
 Rapporti con gli insegnanti ed i compagni Comunicare con gli insegnanti in modo corretto e costruttivo Stabilire con i compagni relazioni improntate al rispetto e alla collaborazione  Essere disponibili all’ascolto, rassicurare in modo concreto e realistico Proporre occasioni di dialogo e scambio fra compagni, lavori di gruppo… Stimolare la collaborazione reciproca Si rivolge con fiducia all’insegnante, accettando indicazioni e suggerimenti.

E’ disponibile con tutti, senza discriminazioni; comprende punti di vista e bisogni altrui; coordina le proprie esigenze di lavoro con quelle altrui.

 
 Consapevolezza Conoscere, essere interessati e sensibili verso le tematiche dell’educazione alla convivenza civile

Promuovere esperienze significative che stimolino gli alunni a prendersi cura di sé, degli altri, dell’ambiente, ad apprezzare e preservare il patrimonio naturale, culturale, artistico,  a conoscere e fare propri i valori a cui si ispira la nostra Costituzione

 
 Si documenta sui temi proposti, adotta comportamenti consapevoli rispetto alle tematiche affrontate.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AREA SOCIO AFFETTIVA
obiettivi strategie risultati attesi
Attenzione Acquisire tempi e modalità di attenzione funzionali agli scopi e ai contesti     Creare aspettative, esplicitando ciò che si farà, perché e con quali risultati. Controllare i tempi e le fasi espositive. Variare le strategie comunicative. Richiedere prestazioni utili a rendere produttiva l’attenzione.     Risponde a domande sull’argomento del lavoro in corso. Fa interventi pertinenti per chiedere spiegazioni o esporre osservazioni sul tema proposto. Utilizza strategie per rendere produttiva l’attenzione (prendere appunti, elaborare schemi…)
Partecipazione Partecipare in modo attivo e consapevole  alla vita della classe / alla vita scolastica in tutte le sue forme     Utilizzare strategie mirate al coinvolgimento degli allievi. Lasciare spazio all’iniziativa individuale. Variare la distribuzione dei compiti nell’organizzazione della vita della classe Ricorrere a rinforzi positivi.  

Porta in varie maniere (interventi, proposte, collaborazione alle attività comuni….) il suo contributo alla vita della classe / ai percorsi di apprendimento

Impegno / responsabilità Impegnarsi a portare a termine i compiti assegnati / gli incarichi assunti; Essere consapevoli delle conseguenze dei propri comportamenti     Prendere visione dello svolgimento dei compiti, commentando con gli alunni le modalità di svolgimento e i risultati. Stimolare la riflessione sui propri comportamenti.   Svolge con regolarità i compiti assegnati. Porta a termine gli incarichi assunti. Rispetta le scadenze.  

 

ORIENTAMENTO
obiettivi strategie risultati attesi
Orientamento Acquisire consapevolezza di sé, dei limiti, delle potenzialità, delle proprie caratteristiche individuali e interrelazionali  

Operare scelte sulla base della 
conoscenza di sé, del contesto, del proprio progetto di vita.  
  Attivare l’auto-osservazione sia mediante percorsi specifici sia attraverso il dialogo quotidiano.

Favorire l’esplicitazione di emozioni, pensieri, sentimenti.

Favorire lo scambio e il confronto di esperienze.  

Favorire la capacità di prendere
l'iniziativa e generare il cambiamento  
  Individua e descrive le proprie caratteristiche personali. Sa valutare il proprio operato scolastico.  

Sa esplorare le risorse personali
in funzione delle scelte

Formula propositi realistici

Compie la propria scelta per la
scuola futura in relazione al
proprio progetto di vita.  

 

AREA META-COGNITIVA (IMPARARE AD IMPARARE)
obiettivi strategie risultati attesi
Autonomia Acquisire la capacità di darsi criteri, prendere decisioni e fare scelte per organizzare e portare a termine il proprio lavoro   Fornire indicazioni operative per lo svolgimento dei compiti. Graduare gli interventi di guida e di sostegno. Stimolare l’acquisizione di strategie personalizzate per l’esecuzione del lavoro.   Svolge il proprio lavoro senza ricorrere ai compagni o all’insegnante. Sa pianificare le attività.
Metodo di lavoro Acquisire strategie efficaci per trarre profitto dalle varie situazioni di apprendimento   Fornire indicazioni e strategie efficaci per lo studio dei testi (sottolineare, paragrafare, schematizzare….). Guidare gli alunni a organizzare i propri tempi e modi di studio e di lavoro. Valorizzare l’errore nella sua funzione di segnale.   Presenta quaderni completi e organizzati. Utilizza i testi di studio in modo produttivo. Usa in modo funzionale i testi di consultazione (dizionari, atlanti, internet…) Produce supporti per la memorizzazione, l’organizzazione e la riutilizzazione delle conoscenze (appunti, liste, schemi, mappe, schedature)
Organizzazione Saper disporre e ordinare i propri comportamenti in vista di uno scopo   Fornire strategie operative.  

E’ provvisto dei materiali e degli strumenti necessari.

Adegua il ritmo di lavoro al tempo a disposizione.
Consapevolezza Applicare consapevolmente comportamenti, strategie, abitudini utili allo studio/all’esecuzione di un percorso di lavoro     Informare gli alunni su obiettivi, le fasi, le modalità dei percorsi di lavoro. Stimolare il ripensamento e la valutazione di ciò che è stato fatto. Proporre mete personali, segnalare i risultati positivi, favorire l’autopercezione dei progressi     Riferisce correttamente gli obiettivi, le fasi, i risultati dei percorsi di lavoro. Si pone domande sul nocciolo dei testi che affronta / cerca risposte a domande precedentemente formulate.

Pone in relazione le nuove conoscenze col già saputo.

Sceglie le strategie di studio e di lavoro più efficaci per lui

 

 AREA COGNITIVA

 Metodologia generale: Progettazione modulare

  • Articolare la progettazione curricolare in moduli, definendo i traguardi di ciascuno e    controllandone il raggiungimento.
  • Stimolare la continua rielaborazione di conoscenze in modo che nuove esperienze e nuovi
    apprendimenti siano inseriti in un processo dinamico di ristrutturazione
 OBIETTIVI FORMATIVI TRASVERSALI STRATEGIE RISULTATI DA RAGGIUNGERE 
PERCEPIRE Individuare, riconoscere, denominare  le  unità di informazione fondamentali in testi verbali, iconici, musicali, grafici, …      

CATALOGARE Classificare, confrontare, ordinare, porre in relazione informazioni e dati.            
PORSI PROBLEMI, FORMULARE IPOTESI per scegliere tecniche, regole, procedure più adatte alla comprensione e alla produzione       RISOLVERE PROBLEMI
Saper scegliere e utilizzare le strategie più adatte a risolvere i problemi
  Metodologia laboratoriale:

Organizzare situazioni-stimolo.


Formulare domande-guida.
Fornire istruzioni precise per l’individuazione e il riconoscimento della struttura – base dei testi.    



Guidare/stimolare gli alunni a confrontare, ordinare, gerarchizzare dati, riconoscere e rappresentare  relazioni.  Proporre agli alunni la compilazione di tabelle a doppia entrata, la realizzazione di diagrammi di flusso, grafi ad albero, schemi lineari,  mappe concettuali…            


 
Facilitare la scoperta di situazioni problematiche da parte degli allievi.

Stimolare gli alunni a formulare ipotesi, operare inferenze, interrogarsi sui criteri da adottare per scegliere tra più alternative possibili.     

Proporre attività di traduzione di testi/

informazioni da un linguaggio ad un altro

 Proporre situazioni di problem solving esemplificando uno o più percorsi di soluzione.   Guidare progressivamente gli alunni al reperimento ed all’attuazione di percorsi di risoluzione dei problemi.   Guidare l’apprendimento aiutando gli alunni a crearsi schemi interpretativi  Favorire la formalizzazione verbale delle conoscenze/dei percorsi di lavoro

  Identifica le informazioni fondamentali del testo ed il suo significato globale :

a.        rispondendo correttamente a domande – guida poste dall’insegnante

b.        riconoscendo autonomamente gli elementi della struttura-base

 
Classifica le informazioni :

a.        sulla base di criteri dati / delle categorie specifiche di ciascuna disciplina

b.        sulla base di criteri autonomamente elaborati attraverso operazioni di generalizzazione  / concettualizzazione  Ordina le informazioni e i dati secondo relazioni temporali, spaziali, logiche.   Confronta dati, riconosce analogie e differenze. Rappresenta con schemi, mappe, grafici, i dati e le loro relazioni.  


Prevede sviluppi, formula ipotesi attendibili su significati impliciti. Si pone domande utili ad attivare percorsi di ricerca e funzionali alla scelta tra ipotesi alternative Pianifica il proprio lavoro tenendo conto dei dati, dello scopo e degli strumenti disponibili.  

Sceglie e utilizza le strategie apprese per:
comprendere e interpretare  testi di varia complessità

produrre testi (nei vari linguaggi, verbali e non verbali) adeguati agli scopi

Controlla le fasi di svolgimento del proprio lavoro

Valuta le scelte fatte, il processo  e i risultati conseguiti

 

Ultimo aggiornamento Domenica 11 Marzo 2012 22:58